Resta sintonizzato

Napoli

PNRR. Accordo tra Comune e Università. Maresca: “Gravissimo si privilegi il mondo accademico”

Pubblicato

il

“Gravissimo che in una delibera di giunta a firma del sindaco Manfredi riguardante la gestione dei fondi del PNRR (Programma nazionale di ripresa e resilienza) con cui il Comune si affida a cinque Università per attività di studio e di ricerca, si privilegi il mondo universitario e si tenga fuori, invece, il resto del mondo delle professioni”. A dirlo in una nota è Catello Maresca, capo dell’opposizione di centrodestra in Consiglio comunale, che critica la delibera numero 540 datata 9 dicembre 2021, relativa all’Accordo quadro di collaborazione tra il Comune di Napoli e le Università degli studi di Napoli Federico II, Parthenope, L’Orientale, Suor Orsola Benincasa e Vanvitelli “per lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune”, come si legge nel documento.

“Senza nulla togliere ovviamente agli “Universitari”, rischia di passare un messaggio fortemente discriminatorio ai danni degli altri professionisti. Chiediamo chiarezza e assoluta trasparenza – rimarca Maresca – sulle modalità di individuazione delle professionalità che saranno impegnate in queste delicatissime attività. Vigileremo sul rispetto degli accordi, in particolare per scongiurare il rischio che l’attività di “studio e di ricerca” possa diventare strumento per favoritismi nell’assegnazione dei progetti e delle successive fasi esecutive”. “Riteniamo, poi, altamente rischioso, che al capo di gabinetto del sindaco siano demandate funzioni di sottoscrizione delle convenzioni tra l’ente e le università, di coordinamento con gli atenei ed anche di monitoraggio e valutazione dei risultati delle attività di studio e ricerca scientifica”. Per il consigliere di opposizione si tratta di “una scelta politica sbagliata, che rischia di tagliare fuori l’intero Consiglio comunale e gli organi di garanzia”. “Un grave errore pensare di gestire i fondi del PNRR senza uno strumento di partecipazione e trasparenza in una delicata fase di investimenti per la nostra città come quella che riguarderà l’arrivo di quei finanziamenti. C’è l’elevatissimo rischio – conclude – che questo meccanismo si possa trasformare in un modo per eludere la normativa sull’assegnazione della progettazione e della gestione delle risorse”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Napoli

Fuorigrotta, vaga sui binari della metro senza una meta: circolazione interrotta per un’ora

Pubblicato

il

Fuorigrotta, i Carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli sono intervenuti sui binari della linea metropolitana Napoli-Pozzuoli e hanno trovato l’uomo che vagava senza meta all’altezza della fermata Cavalleggeri d’Aosta.

Ha interrotto il traffico per un’ora affermando ai Carabinieri che aveva assunto sostanze stupefacente e non sapeva dove si trovasse. L’uomo è stato denunciato.

Continua a leggere

Napoli

Napoli, Quartieri Spagnoli: arrestato 24enne per lesioni e rapina

Pubblicato

il

Nella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Napoli Centro hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Napoli nei confronti di Mario Giarnieri*, 24enne dei quartieri spagnoli già noto alle forze dell’ordine.
L’uomo, che era già agli arresti domiciliari, è stato riconosciuto colpevole – in concorso con altri – dei reati di lesioni personali pluriaggravate e rapina aggravata avvenuti il 17 febbraio 2020.
L’arrestato, trasferito nel carcere di Poggioreale, dovrà scontare la pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione.

Continua a leggere

Napoli

Napoli: la disinvoltura non le evita le manette, 26enne arrestata per furto dai carabinieri

Pubblicato

il

Tre paia di scarpe nella borsa e tanta disinvoltura. La donna che le aveva prelevate dagli scaffali e poi nascoste attraversa spedita la barriera delle casse di un megastore di Via Toledo. E’ pieno pomeriggio, c’è molta gente e pensa di farla franca.
Peccato per lei che il dispositivo antitaccheggio ha immediatamente attivato l’allarme. Il personale di vigilanza ha bloccato la ragazza – una studentessa 26enne e incensurata – e atteso che i Carabinieri dell’aliquota pmz della compagnia centro la prendessero in custodia.
Per la giovane sono scattate le manette, dovrà rispondere di furto aggravato.
Le scarpe sono state restituite al negozio mentre la 26enne è stata sottoposta ai domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante