Resta sintonizzato

Napoli

Napoli, 12enne sfregiata: confermato il carcere per l’ex fidanzato

Pubblicato

il

Il fermo del 16enne è stato convalidato dalla Procura dei Minorenni di Napoli, infatti, i carabinieri lo hanno condotto nel carcere di Nisida. Il ragazzino è accusato di aver sfregiato con un fendente la sua ex fidanzatina di 12 anni. Inoltre la Procura contesta al minorenne, legato da vincoli di parentela con una nota famiglia di camorra, l’articolo 583 quinquies del codice penale, un reato da “codice rosso” istituito per punire chi provoca una deforma.

I carabinieri della compagnia Napoli Centro, che indagano con il coordinamento del pm minorile Emilia Galante Sorrentino, hanno sequestrato il cellulare del 16nne e acquisito le immagini di alcune telecamere di sorveglianza posizione nella zona dell’aggressione.

Continua a leggere
Pubblicità

Napoli

Sorpresi a rubare all’Hotel Tiberio: arrestato 37enne, in fuga il complice

Pubblicato

il

La Polizia Locale di Napoli ha arrestato un soggetto responsabile di danneggiamento e furto ai danni dell’ex Hotel Tiberio. Struttura attualmente acquisita dal patrimonio comunale, sita in Via Galileo Ferraris.

Gli Agenti, durante un controllo alla struttura, hanno constatato la presenza di due individui intenti a rubare le attrezzature presenti nell’ex struttura ricettiva. I caschi bianchi hanno bloccato uno dei due ladri. Mentre il secondo si è dato alla fuga, facendo perdere le proprie tracce.

Con l’ausilio di personale del reparto Polizia Investigativa Centrale hanno effettuato il fermo per identificazione del soggetto. Il quale è stato identificato a mezzo foto segnalamento in F. S., 37enne di nazionalità algerina. Recuperati i materiali oggetto del furto, sottoposti a sequestro e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il soggetto è stato denunciato a piede libero su disposizioni del Magistrato di turno della Procura della Repubblica.

Continua a leggere

Napoli

Lite nella discoteca a Coroglio finisce in rissa, disposta la chiusura

Pubblicato

il

Lite nella discoteca a Coroglio finisce in rissa, scatta la chiusura. Il Questore di Napoli, su proposta della Compagnia Carabinieri di Napoli Bagnoli-Nucleo Operativo, ha disposto la sospensione per 30 giorni delle attività di intrattenimenti danzanti e spettacoli di arte varia nonché di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande nei confronti di un locale in via Coroglio a Bagnoli. In particolare, il 10 luglio scorso, i militari del Nucleo Radiomobile di Napoli erano intervenuti presso il locale a seguito della segnalazione di una lite avvenuta qualche ora prima, nella notte, tra alcuni avventori, due dei quali avevano riportato lesioni su varie parti del corpo.

Gli operatori successivamente hanno accertato che questi ultimi erano stati coinvolti, insieme ad altre persone, in una lite scoppiata per futili motivi all’interno del locale, poi sfociata in un’aggressione proseguita all’esterno dello stesso. Già in precedenza, nel settembre del 2021, il Questore di Napoli aveva disposto la sospensione per 10 giorni dell’attività in quanto, nel mese di giugno dello stesso anno, alcuni giovani si erano fronteggiati, all’interno della discoteca, colpendosi con sedie e bottiglie riportando diverse ferite. Il provvedimento è dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per l’ordine pubblico e per la sicurezza dei cittadini.

Continua a leggere

Napoli

Napoli, aggressione al San Paolo: picchiato anche un paziente

Pubblicato

il

Ennesima aggressione avvenuta all’ospedale San Paolo, e che stavolta ha coinvolto anche un paziente, picchiato senza pietà da un soggetto in stato di ebrezza alcolica.

“Al San Paolo di Napoli un paziente, ricoverato per stato di ebrezza alcolica, senza alcun apparente motivo ha incominciato ad aggredire tutto il personale sanitario. E fin qui possiamo dire che è routine ma la cosa che più ci indigna è che l’ubriacone ha aggredito anche un paziente disteso su una barella, infierendo su di lui senza alcuna pietà” – si legge nella nota diffusa su Facebook dall’associazione.

Soltanto pochi giorni fa, ancora al San Paolo di Napoli, si era verificato un episodio di violenza: una donna aveva tentato di aggredire un’infermiera con una grossa sega da falegname. Solo l’intervento tempestivo di una collega della vittima avrebbe evitato il peggio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante