CAIVANO – Manovra strategica per il sindaco Monopoli, sempre atta al bene pubblico, quella di delegare a costo zero per le casse comunali l’ex assessore Carlo Ciccarelli alla riscossione dei pigioni delle case al Parco Verde, come legge prevede. I motivi che hanno spinto il primo cittadino a delegare l’ex assessore a tale servizio sono sia di natura sociale che politica, poiché una personalità autorevole come Ciccarelli eviterebbe frizioni tra gli abitanti di un quartiere difficile come il Parco Verde e il personale comunale, visto che il politico ha già come valore innato quello della mediazione moderata. Poi la mediazione di Ciccarelli, secondo Monopoli aiuterebbe anche ad aumentare la sensibilizzazione degli abitanti parcoverdiani verso questo problema annoso che fa registrare nelle casse comunali, ingenti somme di denaro così come ha evidenziato anche la Corte dei Conti che indaga sui mancati introiti avvenuti sotto le scorse amministrazioni.

Fatto degno di nota, dal punto di vista politico, è l’enorme ecumenicità che ha caratterizzato il sindaco Monopoli nella scelta di Ciccarelli essendo quest’ultimo un avversario dichiarato nelle ultime elezioni, avendo appoggiato apertamente l’ex candidato a sindaco del PD Luigi Sirico, al punto tale da spingere Simone Monopoli ad allertare le forze dell’ordine su ipotetici brogli elettorali a tal riguardo. Mettendo da parte il pregresso e guardando solo ed esclusivamente al bene delle casse comunali e quello collettivo, il primo cittadino ha posto nelle mani di Carlo Ciccarelli tutta la fiducia per poter portare a termine un compito che mai nessuno prima d’ora c’era riuscito appieno.

Con la speranza che si riesca a sopperire alle esigenze della Corte dei Conti, i due si sono stretti la mano e hanno siglato quest’accordo per il bene del Parco Verde in primis e della cittadinanza tutta.

Rispondi