Bomba carta ad Ercolano. Un 36 enne agli arresti domiciliari si è dovuto svegliare in seguito ad un boato sotto casa.

L’uomo era finito in manette insieme ai due fratelli nell’operazione antidroga dei carabinieri nel 2018. Non è stato in grado di fornire la spiegazione agli agenti che per ora sono ancora alla ricerca dei responsabili.

In zona non sono presenti telecamere di sorveglianza: l’ipotesi più plausibile è quella di una ritorsione per debiti economici, legati alla criminalità organizzata.

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.