Resta sintonizzato

Afragola

“Chiuso per lutto. Lo Stato ci sta uccidendo”: il grido dei commercianti ad Afragola

Pubblicato

il

La situazione epidemiologica da Covid-19 continua a peggiorare in Italia e in particolare anche in Campania.

Il Governo sta cercando di contenere la diffusione del contagio adottando misure sempre più restrittive. Il nuovo DPCM è stata solo l’ultima mossa del Presidente Conte, che in precedenza aveva già sospeso l’attività sportiva di base, chiudendo palestre e piscine e consentendo solo allenamenti individuali all’aperto, e aveva limitato gli orari di apertura di bar e ristoranti.

Già il decreto precedente aveva infatti messo in ginocchio diverse categorie. Proprio per questo motivo ad Afragola diverse attività sono già state costrette ad alzare bandiera bianca e a chiudere definitivamente il proprio negozio.

Singolare il cartello affisso all’esterno di una scuola di danza, dove i titolari, anche attraverso i social, hanno spiegato i motivi della chiusura, attaccando ovviamente lo ‘Stato’: “Chiuso per lutto perché lo Stato ci sta uccidendo“.

Il momento è veramente drammatico e già nelle scorse settimane abbiamo assistito a diverse proteste contro le misure restrittive. Purtroppo il lockdown primaverile aveva già messo a dura prova i commercianti, che avevano appena iniziato a vedere un po’ di luce e si sono ritrovati catapultati in nuove chiusure.

Al momento la Campania è stata dichiarata zona Gialla, ma nelle prossime ore l’Istituto Superiore di Sanità, in base al nuovo report con i dati aggiornati, potrebbe decidere di inserirla nella zona arancione, che farebbe scattare nuove misure restrittive (leggi qui).

Il Governo deve pensare a tutelare la salute dei cittadini, che in questo momento è ovviamente una priorità, ma deve fare di tutto per non bloccare l’economia, allo stesso tempo fondamentale per i cittadini.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Afragola

Afragola: Droga e armi nel trolley. 36enne arrestata dai Carabinieri

Pubblicato

il

Un bagaglio da non portare con sé in aereo, non avrebbe superato alcun controllo.
Un trolley pieno di armi e droga, nascosto in un vano ricavato ad arte sotto al balcone di casa.
I carabinieri della stazione di Afragola lo hanno sequestrato ad Anna Maiello*, 36enne del posto già nota alle forze dell’ordine. Per questo motivo è finita in manette per detenzione di droga a fini di spaccio, detenzione abusiva di armi clandestine ed è ora in carcere, nel penitenziario femminile di Pozzuoli.

Prima di varcare la soglia della cella, la donna ha ricevuto la visita dei carabinieri. Durante un’accurata perquisizione, i militari hanno trovato in una valigia 3 pistole e stupefacenti sufficienti a confezionare centinaia di dosi. Una Beretta 92FS cal. 9×21: la pistola aveva la matricola abrasa e completava un trio con 2 scacciacani con tappo rosso e relativo munizionamento. Poi 30 grammi di cocaina, 700 di hashish, 92 di marijuana e 4 bilancini per pesare le dosi. Infine in un marsupio ben 3570 euro che i militari hanno sequestrato perché ritenuti provento illecito. Maiello è in carcere, in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Afragola

AFRAGOLA. Si dimette l’Ass. alle Politiche Sociali Francesco Di Micco

Pubblicato

il

AFRAGOLA – Altra gatta da pelare per il Sindaco Antonio Pannone. Stamattina al protocollo sono arrivate le dimissioni formali ed irrevocabili dell’Assessore Francesco Di Micco.

Dopo il bilancio, un altro settore molto delicato, soprattutto dopo la querelle legata alla nomina del Direttore dell’Azienda Speciale per le Politiche Sociali, resta senza delegato all’interno dell’esecutivo.

Personali o indotte, ufficiosa o ufficiale la motivazione non si sa. Fatto sta che anche nel settore più “redditizio”, dopo quello dell’urbanistica, opportunamente blindato dal Presidente del Consiglio Biagio Castaldo, ci sarà una corsa all’occupazione della poltrona. Vi terremo aggiornati.

Continua a leggere

Afragola

Napoli. Interruzione idrica su tutto il territorio comunale durante la notte

Pubblicato

il

Il presente messaggio e-mail, e gli allegati allo stesso, sono indirizzati esclusivamente ai soggetti indicati come destinatari, sia che si tratti di destinatari diretti, sia che si tratti di destinatari a cui il messaggio è inviato per conoscenza. Solo i soggetti destinatari, autorizzati alla ricezione, possono effettuare il trattamento del presente messaggio e degli allegati nonché il trattamento dei dati in esso contenuti.

Il contenuto del messaggio e degli allegati può avere natura confidenziale e/o privilegi legali. I dati personali contenuti nel messaggio e negli allegati devono essere trattati conformemente al Reg. n. 679/2016 UE (GDPR) del D.lgs. 196/2003, come modificato dal D.lgs.101/2018. È pertanto illecito il trattamento da parte di soggetti non autorizzati ed è illecita, in particolare, la comunicazione e la diffusione dei dati personali in violazione delle disposizioni del GDPR e della

Normativa interna di adeguamento. Il soggetto non destinatario che, per errore, riceva il presente messaggio è tenuto a non leggere, non copiare, non inoltrare e non archiviare il messaggio medesimo.

È tenuto altresì a darne immediata comunicazione al mittente, anche inviando un messaggio di ritorno all’indirizzo e-mail del mittente medesimo, nonché a eliminare integralmente il messaggio dal proprio sistema informatico, server e client.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante