Resta sintonizzato

Campania

La trappola: attirato con un falso appuntamento, Giuseppe viene massacrato dal branco

Pubblicato

il

Giuseppe ha avuto un inizio anno da dimenticare: attirato con la scusa di un appuntamento con una ragazza, è stato massacrato e rapinato dal branco a Scampia.

Il 19enne, residente a Melito, è stato aggredito con violenza da un branco di ragazzi incappucciati e rapinato del cellulare mentre era in Largo Dino Battaglia, nei pressi dello stadio Landieri.

A sporgere denuncia presso i carabinieri di Scampia è stato il papà Maurizio, poiché Giuseppe al momento è ricoverato  in ospedale a causa delle diverse ferite subite.

Il ragazzo ha raccontato tutta la dinamica: un appuntamento preso via social con una ragazza sconosciuta, ma al quale si sono presentati i balordi che lo hanno rapinato.

Mentre era in auto nel parcheggio vicino allo stadio è stato avvicinato da 5-6 ragazzini, tutti incappucciati: scesi improvvisamente dalla loro autovettura Fiat Panda, hanno prima rotto il vetro anteriore lato guida con un girabacchino e poi, dopo averlo fatto scendere, lo hanno massacrato di botte rubandogli anche il suo lphone 12.

E’ così tornato a casa col volto tumefatto ed il giubbino madido di sangue. Portato all’Ospedale di Giugliano, è stato poi trasferito al Cardarelli, dove è ora ricoverato in prognosi per un trauma-cranico.

Sui fatti indagano i militari dell’Arma (sono intervenuti anche i carabinieri del Vomero e della Compagnia di Marano) per ricostruire l’accaduto.

Quella della ragazza, che molto probabilmente sarebbe un fake, sarebbe una trappola messa a punto dalla banda per portare a segno il colpo.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

Ruba il cellulare ad un turista: 16 enne finisce in manette

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Mezzocannone hanno udito delle urla ed hanno visto una donna che stava rincorrendo un ragazzo. I poliziotti successivamente bloccano il ragazzo all’angolo a via Marramarra che lo hanno trovato in possesso di un telefono e hanno accertato che poco prima era stato strappato dalle mani del padre della donna mentre controllava una mappa stradale. Un 16enne napoletano è stato arrestato per furto con strappo.

Continua a leggere

Campania

Aggiornamenti sul Covid in Campania

Pubblicato

il

Sono 477 i cittadini campani che nella giornata odierna sono risultati positivi. Si registrano 6 decessi nelle ultime 48 ore. I positivi del giorno sono 477 e i test eseguiti del giorno sono 16.544. I deceduti sono 6 nelle ultime 48 ore e un solo deceduto in precedenza ma registrato ieri. I posti letto in terapia intensiva sono 656, i posti letto in terapia intensiva occupata sono 26 mentre i posti letto in degenza disponibili sono 3.160 infine i posti letto in degenza occupati sono 323.

Continua a leggere

Campania

Durante la partita a Leicester scontri allo stadio

Pubblicato

il

Ieri 9 tifosi arrestati allo stadio di Leicester per una rissa scoppiata nel pomeriggio prima del debutto del Napoli in Europa League. la polizia del  Leicestershire  ha confermato che i nove sono ancora in stato di fermo in attesa del giudizio.

Oltre agli scontri verificatesi nello stadio verso le 18 è stato arrestato anche un tifoso del Leicester, nella zona di Millstone Lane e nel corso del tumulto del pre-partita sono stati incriminati altri due tifosi un inglese e un italiano per aver pronunciato insulti a sfondo razzista.

Contrariamente a quello che si è venuto a sapere la polizia ha smentito di aver arrestato subito la fine della partita lo stadio ospitava minimo 500 tifosi napoletani Dopo un fitto lancio di oggetti da e verso il settore ospite, e l’intervento degli steward dello stadio, la situazione è tornata lentamente alla calma.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante