Resta sintonizzato

Attualità

Stadio Maradona: arriva la nuova copertura da oltre un milione di euro

Pubblicato

il

Oltre un milione di euro sono stati investiti dal Comune di Napoli per rifare la copertura dello Stadio Diego Armando Maradona di Fuorigrotta.

La giunta comunale De Magistris ha approvato la delibera del progetto esecutivo.

I fondi, come anticipato da Fanpage.it, erano stati inseriti a sorpresa nel maxi-emendamento al bilancio di previsione 2020, l’ultimo dell’amministrazione De Magistris, il 13 novembre scorso: 1 milione e 240mila euro, per la precisione, per la manutenzione della copertura, per la quale la Regione Campania ha ammesso il Comune al finanziamento il 21 ottobre scorso.

All’epoca lo stadio di Fuorigrotta si chiamava ancora San Paolo e nessuno avrebbe potuto immaginare che due settimane dopo il grande campione argentino sarebbe morto, creando un vuoto incolmabile nel cuore dei napoletani, che infatti, hanno voluto rendergli il dovuto omaggio intitolandogli lo stadio della città.

Il Municipio adesso vuole bruciare i tempi dei lavori, approfittando dell’impianto vuoto senza pubblico a causa delle norme sul Coronavirus.

L’importo complessivo dell’intervento è pari a 1.240.000 euro, “ottenuti grazie al finanziamento regionale di cui alla deliberazione dell’ottobre 2020” si legge in una nota del Comune .

L’Assessore allo Sport Ciro Borriello ha commentato: “Era un provvedimento necessario nell’ottica del sempre costante miglioramento delle condizioni dello stadio appena dedicato a Maradona. Approfittando anche della triste assenza del pubblico dagli stadi si lavora perché quando finalmente l’accesso sarà possibile essi possano trovarsi in uno stadio moderno e perfettamente confacente alle attuali esigenze di spettatori e addetti ai lavori”.

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Folle inseguimento in strada: arrestato 29enne di Cimitile

Pubblicato

il

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Nola, hanno arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personali, Antonio Pignatelli, 29enne di Cimitile già noto alle forze dell’ordine.

Secondo le prime informazioni, i militari, hanno individuato l’auto con all’interno il sospettato, ma questi, alla loro vista, ha iniziato a fuggire ed è partito l’inseguimento. La corsa, è durata 40 minuti e, nonostante fosse braccato, l’uomo non si è arreso e ha continuato a speronare più volte l’auto degli agenti. L’inseguimento, è terminato a Cimitile, con la cattura del 29enne. Pertanto, Pignatelli, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Sorpresi a spacciare in strada: due giovani in manette

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Macerata Campania, in provincia di Caserta, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti, un 20enne di origini marocchine e residente a Curti, oltre ad un 28enne albanese e residente a Portico Caserta.

I due, sono stati sorpresi mentre cedevano, dietro pagamento di 15 euro, un involucro contenente hashish del peso complessivo di 0,5 grammi ad un acquirente, prontamente segnalato alla Prefettura. Pertanto, gli arrestati, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Campania, ansia per Antonio: l’uomo svanito nel nulla da un mese

Pubblicato

il

Continuano le ricerche a Cervinara, in provincia di Avellino, per la scomparsa di Antonio Moscatiello, svanito nel nulla ormai da un mese. Un testimone, dice di averlo visto lo scorso 27 giugno, incamminarsi lungo la strada che va da via Partenio fino a località Coppola. Da allora nessuna traccia.

Permane il mistero, visto che nessuno, dice di averlo visto salire su un autobus o di avergli dato un passaggio, mentre la possibilità che abbia addirittura cambiato Paese, non trova riscontri concreti. Tuttavia, finché non si troveranno prove sufficienti, il caso non potrà essere riaperto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante