Resta sintonizzato

Cronaca

FRATTAMINORE. Gestione illecita di rifiuti: 2 denunce

Pubblicato

il

FRATTAMINORE: 2 DENUNCIATI PER RICICLAGGIO, RICETTAZIONE E GESTIONE ILLECITA DI RIFIUTI FERROSI. SEQUESTRATA MEZZA TONNELLATA DI RAME.

Gli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania, a seguito di mirati controlli in depositi di materiali ferrosi finalizzati ad arginare il fenomeno dei furti di cavi di rame in ambito ferroviario, hanno proceduto al controllo di due depositi nella zona industriale di Frattaminore e a denunciare i relativi titolari.

In particolare un uomo di 40 anni, titolare di una ditta sprovvista di qualsiasi autorizzazione ambientale, all’interno dei locali della sua ditta stoccava rifiuti ferrosi e non, tra cui rame sottratto a Rete Ferroviaria Italiana.

All’interno del locale sono stati rinvenuti 185 Kg di cavi di rame sagomati in uso esclusivo a RFI, 85 kg di cavi di rame in uso a Telecom, 77 kg di cavi di rame, altri materiali ferrosi e le attrezzature per la lavorazione e frantumazione dei cavi. Tra le attrezzature è stato trovato anche un cosiddetto “mulino” ossia un macchinario per la cui utilizzazione è necessario disporre di specifiche autorizzazioni e con il quale possono essere sguainati i cavi di rame.

Il rame poi granulato viene trasformato in materia prima, aumentandone così il valore e rendendone non più riconoscibile la provenienza.

In un deposito attiguo, è stata trovata una ingente quantità di rifiuti di tipo ferroso, raccolti sempre senza le prescritte autorizzazioni, tra cui circa 100 kg di rame, di cui il titolare non ha saputo giustificare la provenienza. All’esito delle attività tutti i materiali, macchinari e locali sono stati sottoposti a sequestro preventivo e i due sono stati denunciati per riciclaggio, ricettazione e gestione illecita di rifiuti ferrosi.

Inoltre, sempre nell’ambito dei controlli ai rottamai, nella zona industriale di Casandrino, i poliziotti, nell’effettuare un controllo ad un deposito, hanno rinvenuto 1720 Kg di batterie esauste.

Il titolare è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi, in quanto sprovvisto di autorizzazione al deposito di tali batterie.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Torre del Greco, furto in istituto scolastico: arrestato 30enne

Pubblicato

il

TORRE DEL GRECO – Gli agenti del Commissariato di Torre del Greco, durante il servizio di controllo del territorio, ieri sera sono intervenuti presso un istituto scolastico di via Nazionale. Nella scuola, infatti, era scattato l’allarme di intrusione e dalle telecamere si vedeva una persona all’interno di un’aula.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno sorpreso un uomo che stava scavalcando il cancello dell’istituto che, alla vista degli operatori, ha lasciato cadere a terra una scatola tentando la fuga, ma è stato raggiunto e bloccato. Gli agenti, all’interno del pacco e avvolto in un giubbotto, hanno trovato un pc portatile completo di batteria ed accessori appartenenti alla scuola.

L’uomo, A. N., 30enne del posto, già sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. per furto, è stato arrestato per furto aggravato e danneggiamento.

Continua a leggere

Cronaca

Lago Patria, incidente stradale: vittima portata d’urgenza in ospedale

Pubblicato

il

GIUGLIANO IN CAMPANIA – Momenti ci paura in via Lago Patria nella omonima frazione nel comune di Giugliano in Campania. Stando a quanto emerso dalle testimonianze, l’uomo alla guida era un giovane di colore che a seguito dell’impatto è scappato senza prestare soccorso alla vittima dell’incidente.

Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale di Giugliano congiuntamente agli operatori del 118 che hanno trasportato.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia nel Bosco di Capodimonte, uomo si accascia e muore dopo un malore improvviso

Pubblicato

il

Un uomo è stato trovato morto nel Bosco di Capodimonte dal personale addetto alla sicurezza. L’ uomo – secondo alcune testimonianze – si è accasciato in una aiuola, forse in seguito ad un malore improvviso. Inutili sono stati i tentativi di rianimarlo. Sul posto è intervenuta la Polizia ed un medico legale.

Era appena scesa dal taxi per recuperare la sua auto, quando è stata investita in pieno da un veicolo in corsa. Protagonista suo malgrado della vicenda quest’oggi una 66enne.

Teatro ancora una volta via Miano nei pressi del Bosco di Capodimonte già oggetto di numerosissimi sinistri stradali, in alcuni casi anche fatali per i pedoni.

A chiamare i soccorsi alcuni dei presenti, con l’ambulanza del 118 sopraggiunta in via Miano per prestare le cure alla 66enne. Le condizioni della donna sono apparse subito serie, tali da richiedere il ricovero all’Ospedale Cardarelli. La 66enne è in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Ad effettuare i rilievi sul posto gli agenti della Polizia municipale della Sezione Infortunistica di Napoli diretta dal capitano Antonio Muriano. I caschi bianchi hanno identificato il conducente dell’auto, fermatosi dopo lo scontro.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante