Resta sintonizzato

Città

Giugliano. Arrestato ladro di auto

Pubblicato

il

Ieri mattina gli agenti del Commissariato Arenella, nel transitare in via Bosco di Capodimonte, hanno notato un uomo che, dopo aver parcheggiato la sua auto, si aggirava tra i veicoli in sosta con fare circospetto e che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi per eludere il controllo.


I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato rinvenendo nella sua autovettura materiale provento di furto tra cui un kit per lo smontaggio delle ruote, una ruota di scorta, un paio di cavi per la ricarica della batteria e un borsone contenente diversi attrezzi; inoltre, hanno effettuato un controllo presso un box  in uso all’uomo a Giugliano in Campania dove hanno trovato 3 navigatori satellitari, 33 kit di catene da  neve, 10 telecamere per sistemi di videosorveglianza, 34 paia di occhiali da sole di varie marche, 43 kit compressori per gonfiaggio ruote e altri numerosi ricambi per auto di cui non ha saputo giustificare la provenienza.


M.A., 45enne di Giugliano in Campania con precedenti di polizia, è stato denunciato per ricettazione e furto aggravato, mentre il materiale è stato sequestrato.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caivano

CAIVANO. Ritrovato il corpo di Antonio Natale

Pubblicato

il

CAIVANO – Scomparso da due settimane, ritrovato il cadavere nei pressi del campo rom di Caivano.
È di Antonio Natale, il 22enne scomparso dal Parco Verde di Caivano il 4 ottobre, il corpo rinvenuto nelle campagne del comune del Napoletano nel pomeriggio di oggi. La certezza sull’identità è arrivata in serata. Nei prossimi giorni sarà effettuata l’autopsia, l’ipotesi è che sia stato ammazzato. La madre si era detta convinta che fosse stato ucciso dalla camorra.
“Siamo una sola anima. Lui senza di me non poteva stare e io senza di lui non posso stare. Ovunque andasse, aveva sempre il pensiero di mandarmi un messaggio, sempre. Lo sa io come sono fatta. Anche se usciva con qualche ragazza e aveva il telefono scarico, se lo faceva prestare pur di farmi sapere che stesse bene”.
Il cadavere era nei pressi del Campo Rom di Caivano. In corso le indagini con il medico legale e l’ausilio dei vigili del fuoco!
I familiari temevano che il giovane fosse stato ucciso e diverse erano state le richieste di notizie. Il giovane sarebbe finito in un brutto giro di droga per stessa ammissione della famiglia e potrebbe essere stato ucciso come rappresaglia dopo un furto di armi e alcune migliaia di euro avvenuta in una piazza di spaccio del Parco Verde alcune settimane fa.
Borrelli (Europa Verde) : “adesso devono trovare gli assassini e bisogna smantellare la rete di spacciatori al Parco Verde. Sabato scorso avevamo marciato per chiedere che almeno il corpo di Antonio venisse restituito alla famiglia. C’erano i familiari e gli abitanti del parco Verde, quelli che per la prima volta hanno avuto il coraggio di esporsi, ma anche il sindaco di Caivano Enzo Falco e Don Patriciello. Dobbiamo essere a fianco di questa famiglia, è giusto che le istituzioni e la Chiesa facciano sentire la propria presenza a questa madre consumata dal dolore. E’ d’obbligo che in realtà cosi emarginate e degradate lo Stato sia presente nei fatti non con slogan. Dove c’è miseria, emarginazione, dove sorgono ghetti, perché tale è il Parco Verde di Caivano, bisogna rispondere con i fatti. Perché gente che vuole salvarsi ce n’ è e a quella va data una possibilità. La camorra e gli spacciatori portano solo morte e distruzione uccidendo senza alcuna pietà anche bambini, minorenni e ragazzini”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde che aveva partecipato sabato pomeriggio alla marcia.
Nei giorni scorsi il consigliere Borrelli ha incontrato la famiglia del giovane. Dopo il ritorno a Caivano, al Parco Verde, Antonio avrebbe iniziato a frequentare una famiglia di spacciatori secondo le ricostruzioni della madre. In casa si rendono conto del cambiamento e delle nuove possibilità economiche. La madre lo ha anche denunciato ai Carabinieri per cercare di proteggerlo. Ma lunedì scorso Antonio esce con alcune persone, che oggi risultano irreperibili, e scompare nel nulla. Stasera il ritrovamento del cadavere.

Continua a leggere

POLITICA

Manfredi omaggia Napoli

Pubblicato

il

“Come primo atto da sindaco di Napoli ho reso omaggio alla città Medaglia d’oro al valor militare delle Quattro Giornate di Napoli.” Lo ha detto il neoeletto sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi che esprime così il suo amore per la città e per il popolo che lo ha reso primo cittadino.

“La nostra storia – prosegue – ci ricorda chi siamo: una comunità forte e coraggiosa. E oggi più che mai dalla memoria collettiva costruiamo un nuovo futuro, insieme.”

Continua a leggere

POLITICA

Caserta: Marino si riconferma sindaco

Pubblicato

il

CASERTA – Termina con la vittoria di Carlo Marino, che viene riconfermato sindaco del Comune di Caserta, il turno secondo turno di elezioni nel capoluogo campano. Marino ha battuto Y al turno di ballottaggio, conquistando, con 80 di 91 sezioni scrutinate, il 53,45% delle preferenze conto il 46,55% dei voti validi ottenuti da Gianpiero Zinzi.

Stando ai dati riportati dal Ministero dell’Interno, l’affluenza alle urne, durante questo secondo turno, è stata pari al 46,62%. Un’affluenza in netto calo rispetto a quella registrata durante il primo turno di elezioni del 3 e 4 ottobre, quando alle urne risultava essersi recato il 71,34% degli aventi diritto al voto.

“Abbiamo vinto – dice euforico il neoeletto sindaco. Ha vinto Caserta e i casertani. Ha vinto la continuità amministrativa e il meridionalismo. Caserta non si lega ed è pronta a ritornare protagonista in Campania e nel Sud talia. Grazie a tutti per il supporto e un abbraccio forte alla mia famiglia, ai candidati tutti, alle amiche, agli amici e al mio staff, siete stati tutti preziosissimi. Adesso continuiamo quest’avventura verso la strada maestra.

Ora – continua – dobbiamo dare risposte serie ai problemi e alle domande poste dai cittadini in questa campagna elettorale, per cui domani mattina non si va a vincere, ma a lavorare. Per la città, per i nostri elettori, per tutti i casertani” – conclude Marino.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante