Resta sintonizzato

Ambiente

Frattamaggiore. Tegole di amianto vicino l’ospedale San Giovanni di Dio

Pubblicato

il

Spazzature, detriti e tegole di amianto sul suolo all’angolo dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore. Liberi news ha denunciato il fatto sulla sua pagina Facebook fotografando la spazzatura nelle vicinanze del presidio ospedaliero.

Sopratutto i residui di amianto, nocivi per le abitazioni e i parchi nelle vicinaze.

Come ha si puo leggere dalla pagina Facebook di Liberi News :“È stato abbandonato lungo il marciapiede di via Rosario un sacco nero da cui fuoriescono tegole di amianto. Nello stesso, frantumate, ci sono anche altri pezzi frantumati di cemento amianto ammalorati, come si dice tecnicamente. Che stanno liberando nell’aria particelle di asbesto altamente cancerogene. L’abbandono è avvenuto su una arteria di mezzeria, tra i comuni di Frattamaggiore e Frattaminore, a meno di cento passi dal presidio ospedaliero San Giovanni di Dio. In un’area su cui affacciano decine di abitazioni e parchi“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

L’allarmante rapporto dell’Onu: umanità a rischio estinzione a causa del riscaldamento globale

Pubblicato

il

Secondo un allarmante rapporto dell’ONU se si raggiungeranno i +2 gradi centigradi anziché +1,5, circa 420 milioni di persone in più sul pianeta dovranno affrontare “ondate di caldo estremo” e fino a 80 milioni di persone in più nel mondo potrebbero essere minacciate dalla fame.

La vita sulla Terra può riprendersi dai grandi cambiamenti climatici evolvendosi in nuove specie e creando nuovi ecosistemi ma l’umanità non può” si afferma nel rapporto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Se non si arresterà subito il riscaldamento globale, mettendo concretamente in pratica le misure stabilite con l’accordo di Parigi sul clima, le conseguenze sui sistemi umani saranno “irreversibili”.

È quanto riporta una bozza del rapporto del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Ipcc) dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu).

La dichiarazione degli esperti dell’ONU suona come l’ennesimo campanello d’allarme e preconizza un futuro catastrofico per il genere umano in cui le carenze di acqua e cibo e la malnutrizione, conseguenti all’inquinamento, porteranno a esodi di massa e nello scenario più grave alla stessa estinzione della specie: la vita sulla Terra come la conosciamo sarà inevitabilmente trasformata dal cambiamento climatico quando i bambini nati nel 2021 avranno 30 anni o anche prima, avverte l’Ipcc.

Qualunque sia il tasso di riduzione delle emissioni di gas serra, gli impatti devastanti del riscaldamento globale sulla natura e sull’umanità che da esso dipende accelereranno e diventeranno dolorosamente palpabili ben prima del 2050.

Il rapporto di valutazione completo da 4.000 pagine, molto più allarmistico del precedente del 2014, mira a indirizzare le prossime decisioni politiche. Sebbene le sue principali conclusioni non cambieranno, non sarà pubblicato ufficialmente fino a febbraio 2022, dopo la sua approvazione per consenso da parte dei 195 stati membri.

Continua a leggere

Ambiente

Campania. Controlli a Casoria e Marcianise per smaltimento illecito

Pubblicato

il

Effettuata ieri nei Comuni di Casoria e Marcianise , un’ operazione di controllo straordinario interforze contro lo smaltimento illecito e i roghi di rifiuti industriali, artigianali e commerciali

Il 10 Giugno sono entrati in azione 25 equipaggi per un totale di 58 unità interforze, nelle località e nei siti in cui abitualmente vengono abbandonati e quindi conferiti in modo illecito i rifiuti sul territorio, controllando 7 attività imprenditoriali e commerciali, di cui 3 sequestrate, 61 persone identificate, di cui 12 denunciate tra lavoratori irregolari rei di illeciti ambientali e 5 sanzionate, 37 veicoli controllati, circa 550 mq di aree sequestrate, circa 12.333,00 euro di sanzioni comminate

Continua a leggere

Ambiente

Terremoto in Campania. Scossa di M2.0

Pubblicato

il

L’istituto di geofisica e vulcanologia ha registrato una scossa di magnitudo 2.0. La scossa si è sentita per tutta la parte sud della Regione. L’epicentro è stato localizzato a San Giorgio Magno, in provincia di Salerno.

La scossa ha avuto effetti oltre i 35 Km, infatti, è stata avvertita anche nella provincia di Avellino.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante