Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Fratello ucciso con 70 coltellate: confermato l’ergastolo per Luca Materazzo

Pubblicato

il

Era il 28 novembre 2016 quando nel quartiere Chiaia, Luca Materazzo uccise il fratello colpendolo con 70 coltellate.

Oggi, 10 giugno 2021, la Corte di Cassazione, ha confermato l’ergastolo per l’omicida, rigettando la richiesta di perizia psichica.

Confermato dunque l’ergastolo per Luca Materazzo, accusato per l’omicidio del fratello, l’ingegnere Vittorio Materazzo, ucciso a 51 anni il 28 dicembre del 2016 a Napoli, colpito con oltre settanta coltellate: la Corte di Cassazione ha rigettato la richiesta di perizia psichiatrica.

Nel corso del processo a suo carico, nel quale ha cambiato ben 21 avvocati difensori, Luca si è sempre dichiarato innocente, salvo poi prendere la decisione di non parlare più.

Il processo di Appello, infatti, non si era svolto, dal momento che lo stesso Luca Materazzo aveva deciso di rinunciare al secondo grado di giudizio con un telegramma inviato alla corte. La condanna in primo grado all’ergastolo era arrivata due anni fa, nel maggio del 2019.

La sera del 28 novembre del 2016, Vittorio Materazzo, ingegnere 51enne, viene raggiunto nell’androne del palazzo dove abita, in via Maria Cristina di Savoia, quartiere Chiaia. L’aggressore lo colpisce con numerose coltellate, lasciandolo in una pozza di sangue, prima di darsi alla fuga.

Le indagini portano le forze dell’ordine a sospettare subito del fratello Luca, a causa di alcuni dissidi causati dall’eredità del padre, che qualche giorno dopo viene iscritto nel registro di indagati: Materazzo però, all’epoca 35enne, si rese irreperibile, fuggendo all’estero.

Le ricerche di Luca Materazzo sono andate avanti per lungo tempo, fino alla svolta, avvenuta però due anni dopo l’omicidio di Vittorio: nel gennaio del 2018, Luca, 37enne, viene individuato dalle autorità locali in un bar di Siviglia, in Spagna, dove l’uomo lavora come cameriere.

Ad entrare in azione, coordinati dalle forze dell’ordine italiane, sono dell’Udyco Grupo III, che arrestano il 37enne.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Napoli. Operazione ‘Rail safe day. Arrestati 2 georgiani per furto aggravato

Pubblicato

il

Nella stazione di Napoli Centrale sono stati arrestati due georgiani, di 30 e 29 anni, per furto aggravato. In particolare, i poliziotti hanno bloccato i due stranieri dopo aver ricevuto la segnalazione da parte di personale di Trenitalia. Sottoposti a controllo, uno dei due è stato trovato in possesso di un orologio munito ancora di antitaccheggio, nonché di forbicine e coltellini. Entrambi i soggetti, con precedenti penali specifici, sono stati trasferiti presso le camere di sicurezza della locale Questura in attesa del rito direttissimo.

Continua a leggere

Boscotrecase

Campania. Individuato rapinatore seriale

Pubblicato

il

Giovedì scorso gli agenti dei Commissariati di Torre Annunziata e di San Giorgio a Cremano, in seguito ad una attività di indagine, hanno intercettato in via Fossa della Monaca a Trecase un uomo a bordo di un’auto utilizzata per commettere alcune rapine ad una farmacia di Torre Annunziata  il 6 maggio, l’8 giugno e il 14 giugno scorsi nel corso delle quali un individuo armato di pistola si era fatto consegnare gli incassi.
I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato trovandolo in possesso di un marsupio mentre, all’interno del veicolo, hanno rinvenuto un paio di scarpe corrispondenti a quelle utilizzate dal rapinatore; inoltre, presso l’abitazione della compagna a Torre del Greco, hanno rinvenuto due pistole giocattolo prive di tappo rosso e, a casa della sorella a Trecase, hanno sequestrato altri indumenti che, dalle immagini dei sistemi di videosorveglianza dell’esercizio commerciale e dalle descrizioni fornite dalle vittime, corrispondono a quelli utilizzati nel corso delle rapine.
Un 38enne oplontino con precedenti di polizia è stato sottoposto a fermo di P.G. poiché gravemente indiziato di rapina aggravata che ieri mattina è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria che ha disposto per l’indagato la custodia cautelare in carcere; infine, il veicolo è stato sottoposto a sequestro.

Continua a leggere

Cronaca

Torre Annunziata. Arrestato 32enne per estorsione ad un parente

Pubblicato

il

Torre Annunziata: tenta di estorcere del denaro ad un conoscente. Arrestato.

Ieri notte gli agenti del Commissariato di Torre Annunziata, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in corso Umberto I sono stati avvicinati da una persona a bordo di un veicolo che ha segnalato la presenza, nei pressi della sua abitazione, di un conoscente che, come già avvenuto in precedenti occasioni, le aveva chiesto dei soldi e, di fronte al suo rifiuto, l’aveva minacciata.
I poliziotti hanno sorpreso l’uomo, nascosto all’interno di un terreno adiacente al cortile dell’edificio, che alla vista degli operatori si è dato alla fuga ma è stato raggiunto e bloccato in via Prota; inoltre, negli uffici del Commissariato l’uomo ha dato in escandescenze danneggiando alcuni arredi.
Andrea Borrelli, 32enne di Torre del Greco con precedenti di polizia, è stato arrestato per tentata estorsione e denunciato per danneggiamento aggravato

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante