Resta sintonizzato

Cronaca

Portici. In manette un rapinatore “impacciato”: tenta di rubare un’auto e un motorino ma resta bloccato e poi scivola

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Portici hanno arrestato per rapina aggravata e continuata Salvatore Ammendola, 35enne di Ercolano già noto alle forze dell’ordine.

Già destinatario della misura alternativa alla detenzione della semilibertà, in permesso per emergenza sanitaria covid 19 fino al 31 luglio 2021 e proveniente dal carcere di Poggioreale, Ammendola ha minacciato con un coltello il conducente di una Smart ma non riuscendo ad utilizzare il cambio automatico del veicolo non è riuscito a portarlo via.

Non si è arreso e in Corso Garibaldi ha strattonato due ragazzi per sottrarre loro il motorino. A bordo del ciclomotore è fuggito ma dopo qualche metro è scivolato ed è stato raggiunto e bloccato dai carabinieri, allertati dai presenti qualche istante prima.

E’ così finito in manette e sarà presto tradotto al carcere di Poggioreale.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Tragedia in strada: bimbo di 11 anni travolto e ucciso sotto gli occhi della madre

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta nella tarda serata di venerdì a Terracina, sulla via Appia, dove Romeo Golia, bimbo di 11 anni originario di Napoli, è stato travolto e ucciso da un’auto in corsa sotto gli occhi della madre. In particolare, il ragazzino era già orfano di padre.

Secondo una prima ricostruzione, Romeo aveva appena finito di cenare al ristorante ‘La Capannina’, quando all’uscita è stato investito da una Peugeot guidata da un ragazzo, mentre stava attraversando sulle strisce. Inutili i soccorsi, visto che all’arrivo dei medici era già in coma e aveva traumi alla colonna, rendendo anche vano il trasferimento all’ospedale Bambin Gesù di Roma, dato che è morto poco dopo.

Continua a leggere

Cronaca

Aggressione al Pronto Soccorso: dottoressa presa a bastonate da una paziente

Pubblicato

il

Episodio di violenza avvenuto sabato scorso a Mantova, presso l’ospedale Carlo Poma, dove una paziente ha preso a bastonate la dottoressa del Pronto Soccorso, che si era rifiutata di ricoverarla in psichiatria. Pertanto, il medico ha riportato un trauma al braccio, mentre la paziente è stata denunciata per interruzione di pubblico servizio.

Secondo una prima ricostruzione, la donna è giunta al Pronto Soccorso dicendo di aver litigato con il marito, pretendendo il ricovero nel reparto di psichiatria per non tornare a casa. Tuttavia, una volta esclusa la necessità di un ricovero, la donna ha dato in escandescenze iniziando ad insultare i due medici. Inoltre, mentre la dottoressa la stava accompagnando in sala d’attesa su una carrozzina, lei ha tentato di colpirla alla testa con il suo bastone, cogliendo però solo il braccio. In seguito, la paziente è stata calmata da altri medici e infermieri, ed è stata denunciata.

Continua a leggere

Cronaca

Violenta rissa nel Napoletano, prese a bastonate tre persone: la situazione

Pubblicato

il

Attimi di panico a San Giorgio a Cremano, nel Vesuviano, dove due uomini sono accusati di aver aggredito a bastonate tre persone, tutte appartenenti allo stesso nucleo familiare. In particolare, tra loro, vi è una donna e un invalido.

Stando alle prime informazioni, tali comportamenti andavano avanti da mesi e il motivo, è da ricercare nella volontà da parte dei responsabili di ‘eliminare’ la concorrenza, dato che le vittime esercitano un’attività commerciale analoga a quella dei malviventi. Tuttavia, questa volta, i due sono stati fermati in tempo da un agente della Polizia di Stato libero dal servizio, che ha disarmato uno degli aggressori, che aveva estratto una pistola per minacciarli.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante