Resta sintonizzato

Pompei

Pompei: scoperta la stanza degli schiavi

Pubblicato

il

POMPEI – La stanza degli schiavi è la nuova scoperta nel parco archeologico di Pompei. Dagli scavi della villa di Civita Giuliana emerge il nuovo ambiente in eccezionale stato di conservazione: grazie all’affinamento della tecnica dei calchi inventata da Giuseppe Fiorelli nell’Ottocento, sono stati portati alla luce letti e altri oggetti in materiali deperibili, che permettono di acquisire interessanti dati sulle condizioni abitative e di vita nel mondo romano.

«Pompei è la prova che quando l’Italia crede in se stessa e lavora come una squadra raggiunge traguardi straordinari ammirati in tutto il mondo. Pompei è anche un luogo dove si fa ricerca e si sperimentano nuove tecnologie», dice il ministro della Cultura, Dario Franceschini, definendo il parco un modello unico e commentando la nuova scoperta nella villa suburbana a nord di Pompei indagata dal 2017 e che ha già restituito un carro cerimoniale e una stalla con i resti di tre cavalli.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Pompei. Coltivazione illegale di marijuana. L’operazione degli agenti del Commisariato di Pompei

Pubblicato

il

Ieri mattina gli agenti del Commissariato di Pompei, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato un controllo in via Giuliana presso l’abitazione di un giovane nel cui giardino hanno rinvenuto 3 piante di canapa indiana alte circa 2 metri del peso complessivo di oltre 14 kg, 225 grammi di marijuana e un box allestito con una lampada UV, termometro, igrometro, alimentatore, timer e gruppo ventole di areazione per accelerare la crescita delle piante.
A.F., 25enne di Pompei con precedenti di polizia, è stato denunciato per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Continua a leggere

Cultura e spettacolo

Campania by night. Riaprono le visite turistiche nella Pompei archeologica

Pubblicato

il

Dal 3 settembre sarà possibile visitare di notte i reperti archeologici di Pompei. Grazie al programma Campania by Night che ha permesso nuovamente le visite teatrali nella notte.

 Le modalità di accesso all’area del Foro al costo di ingresso di 5€ (+1,50€ prevendita on-line; riduzioni e gratuità come da normativa) 

Sarà possibile accedere dall’ ingresso da Porta Marina all’area del Foro, uno dei luoghi più monumentali del sito, cuore della vita politica, religiosa ed economica della città antica, con i principali monumenti della vita pubblica, il Tempio di Giove, il Macellum, il Tempio di Apollo, la Basilica e con uscita dal tempio di Venere, dal quale sarà possibile accedere all’Antiquarium, di recente inaugurato nel suo rinnovato allestimento.

– Visite accompagnate sul tema della donna nell’antichità Costo di 5€. Gruppi di massimo 20 persone. Prenotazione consigliata sul sito ticketone.it. 

Sarà possibile prenotare una visita della durata di 45 minuti dell’area monumentale del Foro, a cura di Scabec, e dedicata al tema della donna, con particolare riferimento alle grandi figure femminili, come la sacerdotessa Eumachia dell’omonimo edificio sul Foro o la dea Fortuna del tempio vicino, ma anche sulla vita e le attività delle donne comuni.

-Visite straordinaria ai depositi/granai del Foro Costo di 5€ (+ 1,50€ di prevendita on-line). Gruppi di massimo 10 persone. Prenotazione consigliata sul sito www.ticketone.it.

Per chi è interessato ad effettuare entrambe le visite, sarà possibile acquistare la seconda visita presso la biglietteria di Pompei, salvo disponibilità di posti.

L’accesso per i disabili è da Piazza Esedra con utilizzo dell’ascensore dell’Antiquarium, da segnalare al personale all’ingresso.

Continua a leggere

Cronaca

Pomepei. Attimi di paura per un turista che tenta il suicidio. Sfiorata la tragedia

Pubblicato

il

Sono state necessarie due ore di trattative compiute dalla Polizia Municipale e dai Carabinieri, intervenuti sul posto. Quest’ultimi sono riusciti ad abbattere la porta del bagno del bar – dove il turista si era rinchiuso. Così facendo, le forze dell’ordine sono riuscite ad immobilizzare l’uomo. Con l’arrivo, in seguito, dei medici del 118, il turista bolognese è stato sedato.

L’uomo è stato poi trasportato nel reparto di psichiatria all’ospedale di Torre del Greco. Non si registrano danni, nonostante il turista abbia più volte minacciato di compiere una strage all’interno del bar

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante