Resta sintonizzato

Napoli

Manfredi: “Dateci gli strumenti per la ripresa o siamo condannati a priori”

Pubblicato

il

NAPOLI – Purtroppo per il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi l’approvvigionamento di fondi a favore della città metropolitana sembra complicarsi sempre più.

Ormai i fondi che il governo centrale può concedere al comune dipendono dalle garanzie dello stesso, vale a dire dalla capacità delle c.d. Aziende comunali, le cosiddette “partecipate”, ad aprirsi al mercato.

Il metodo che il Governo Draghi intende utilizzare affinché arrivino tali fondi è quello dell’Europa con il Pnrr. Soldi a fronte di progetti, finanziamenti solo se portano a una svolta strutturale nella gestione del bilancio. Questa la conditio sine qua non che sembra ormai molto chiara al sindaco Gaetano Manfredi e l’assessore al Bilancio Pier Paolo Baretta.

Aprirsi ai privati non significa svendere, ma controllare la gestione. Soprattutto significa dare un’impronta alle partecipate di tipo manageriale. Senza troppi giri di parole, Asìa per i rifiuti, Anm per i trasporti, Abc Acqua pubblica e la stessa NapoliServizi necessitano di un salto di qualità.

Il contratto di servizio con il Comune che garantisce stipendi e non i servizi così come è adesso non è più sostenibile perché se anche per ipotesi lo Stato desse 2,5 miliardi per sanare il debito di Palazzo San Giacomo, entro un paio di anni si starebbe di nuovo nelle condizioni attuali.

Le Aziende devono produrre servizi ed equilibrio di bilancio. Le regole sono chiare e le detta l’Europa: laddove gli enti locali non riescono a essere autosufficienti il ricorso al mercato non deve essere un tabù ma la strada da intraprendere. In questo capitolo rientra anche la dismissione dello sterminato patrimonio immobiliare dell’ente di piazza Municipio, sul quale ci sono molti riflettori accesi

Cronaca

Alto impatto ai Quartieri Spagnoli: identificate 93 persone e 82 veicoli controllati

Pubblicato

il

Ieri i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale e i motociclisti della Polizia Locale hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nei Quartieri Spagnoli.
Nel corso dell’attività sono state identificate 93 persone, di cui 17 con precedenti di polizia, e controllati 82 veicoli di cui 6 sottoposti a sequestro amministrativo per mancata copertura assicurativa e per guida senza patente.
Sono state altresì contestate 26 violazioni del Codice della Strada per guida di veicolo già sottoposto a sequestro, mancata copertura assicurativa, mancata presentazione dei documenti di circolazione, per guida senza patente e per mancanza dei requisiti per la guida dei veicoli.
Infine, gli operatori hanno rimosso 2 veicoli per sosta vietata.

Continua a leggere

Napoli

Tragedia all’Ospedale del Mare, 60enne morto mentre attendeva i risultati degli esami

Pubblicato

il

Tragedia ieri mattina all’Ospedale del Mare di Napoli dove un uomo di 60 anni è morto per cause ancora da accertare. Secondo quanto riportato, pare che l’uomo, attorno alle 10.30, sia arrivato al pronto soccorso in codice giallo. Sono stati svolti alcuni accertamenti per verificare il suo stato di salute. Una volta terminati gli esami il 60enne si sarebbe allontanato autonomamente dall’ospedale di Ponticelli. Dopo pochi metri però, l’uomo si è accasciato al suolo.

Purtroppo i tentativi di rianimarlo sono risultati inutili, per l’uomo non c’era più nulla da fare. Sul posto sono giunti i carabinieri per le indagini del caso. La salma è stata trasportato all’obitorio del Policlinico dove nelle prossime ore verrà svolta l’autopsia.

Continua a leggere

Napoli

Napoli, scavalca per non pagare il biglietto e si rompe un piede

Pubblicato

il

Tre extracomunitari che hanno scavalcato delle barriere per immettersi direttamente in stazione a Napoli, nella fermata di Via Gianturco nei pressi di Piazza Garibaldi. Uno di loro si è ferito richiedendo anche l’intervento dell’ambulanza. Ecco le parole del numero uno dell’Ente Autonomo del Volturno:

EAV – GALILEO FERRARIS- si rompe la gamba per non pagare il biglietto.
Alle 7,30 circa tre ragazzi extracomunitari scavalcano una rete di recinzione all’altezza dell’hotel Ramada per accedere ai treni abusivamente e non pagare il biglietto. Uno di loro, durante quest’azione, si ferisce ad una gamba e quindi viene richiesto l’intervento Sanitario e la presenza delle Forze dell’Ordine. Una volta sul luogo, l’ambulanza ritiene di dover portare in Ospedale l’extracomunitario ferito per una presunta frattura al piede, mentre la Polizia riscontra la clandestinità dei soggetti che vengono trovati senza documenti e quindi portati in questura… Insomma, ci vorrebbe l’esercito lungo tutta la linea
…”

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante