Resta sintonizzato

Giugliano

Giugliano, altri 1000 positivi in 7 giorni. La richiesta: “La Dad va confermata”

Pubblicato

il

L’emergenza sanitaria continua a tenere banco a Giugliano. La percentuale rilevante dei contagi da Covid-19 ha portato il sindaco Nicola Pirozzi alla sospensione delle lezioni in presenza per gli istituti scolastici. Uno ‘stop’ di una sola settimana su cui si attendono nuove disposizioni. Dal Municipio non è giunta ancora nessuna comunicazione perché tutto dipenderà dai nuovi dati di contagio. L’ultimo aggiornamento risale al 9 gennaio è di 1804 nuovi casi, 841 guariti, 2 deceduti. In totale ora gli attualmente positivi sono 3263 con un incremento di 961 in una settimana (nuovi positivi meno guariti).

Giovanni Pirozzi, consigliere di Forza Italia, ha le idee chiare riguardo la situazione: “Con il gruppo consiliare abbiamo preso già una posizione netta. Ad inizio gennaio abbiamo protocollato una richiesta al sindaco per avere aggiornamenti costanti della situazione Covid. Riteniamo che gli aggiornamenti settimanali non rendano l’effettiva idea del momento che stiamo vivendo. Vogliamo capire con una certa tempestività i numeri riscontrati in città. In parte siamo stati ascoltati nel momento in cui c’è stata la chiusura delle scuole. C’è una situazione di forte disagio anche tra il personale scolastico. Sicuramente, la situazione è paradossale. Siamo in zona bianca con dei numeri che hanno una rapida evoluzione”. In merito alla riapertura degli istituti: “Sono a sfavore della ripresa delle lezioni da lunedì. Sono per mantenere la Dad almeno fino a fine mese”. 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Città

Napoli. Trattori in corteo verso la regione Campania, che comincerà da Giugliano fino ad arrivare allo stadio di Maradona

Pubblicato

il

Parte da Giugliano in Campania il corteo di protesta degli oltre cento trattori degli allevatori bufalini del casertano che manifestano contro il Piano regionale di eradicazione della brucellosi e della Tbc bufalina. La marcia, organizzata dal Coordinamento unitario per la difesa del patrimonio bufalino, farà una prima tappa alle 10:30 nel piazzale dello stadio Maradona.

Una parte di trattori, circa una quindicina, proseguirà la marcia con due autobus di allevatori per fare tappa a piazza Vittoria dove sarà stato allestito un punto di incontro e dove ci saranno ad aspettarli i sindaci casertani e i rappresentati di forze politiche e sociali per formare un corteo che alle spalle di uno striscione si dirigerà in largo D’Azeglio all’altezza della sede della Regione Campania.  Una delegazione chiederà di essere ricevuta del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Continua a leggere

Giugliano

Giugliano: “Terra dei fuochi”, Carabinieri arrestano proprietario di un terreno per incendio di rifiuti

Pubblicato

il

A Giugliano in Campania i Carabinieri della sezione radiomobile della locale compagnia hanno arrestato per combustione illecita di rifiuti un 73enne incensurato del posto.
Ieri sera una pattuglia dell’esercito italiano impiegata per il servizio noto come “Terra dei fuochi” nella zona Asi della città a nord di Napoli ha allertato il 112 per un incendio che si era sviluppato in una vasta area di un terreno agricolo. I militari sono intervenuti nel lotto e sorpreso l’anziano – proprietario del terreno – mentre alimentava l’incendio di sterpaglie e di diversi rifiuti speciali. Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco che sono successivamente intervenuti mentre l’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Giugliano

Giugliano: Controlli ambientali, carabinieri forestali denunciano imprenditore

Pubblicato

il

Carabinieri forestali impegnati nei controlli delle aziende zootecniche. Obiettivo sempre il rispetto dell’ambiente. Denunciato il titolare di un’azienda. I militari forestali hanno controllato un allevamento bufalino a Giugliano in Campania e hanno constatato come il letame oltre che nelle previste vasche adibite alla raccolta era anche sul suolo nudo e in diverse aree dell’allevamento. Nell’azienda i forestali hanno trovato anche cumuli di rifiuti edili. Per l’imprenditore, oltre ai i reati contestati che sono “utilizzazione agronomica di effluenti di allevamento al di fuori dei casi e delle procedure previste” e “deposito incontrollato di rifiuti”, anche prescrizioni per mettersi in regola.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante