Resta sintonizzato

Città

Napoli: L’auto si ribalta e a metterci la vita è un ragazzo di 23 anni

Pubblicato

il

Un tragico incidente è avvenuto a Giugliano provincia di Napoli e a metterci la vita è un ragazzo di 23 anni e oltre lui rimangono ferite le tre ragazze che erano con lui. L incidente è avvenuto proprio alle 2:30 di questa notte poco distante l’uscita di Casacelle. Sul posto sono giunte le forze dell’ordine e personale sanitario del 118 anche i vigili che hanno sgomberato la corsia e spostato la vettura.

Stando alle prime indiscrezioni, i quattro avevano passato una serata in discoteca e stavano rientrando a casa a bordo di una Fiat 500 guidata dal 21enne, quando improvvisamente, per cause ancora da accertare, l’automobile ha sbandato e si è ribaltata, finendo anche contro il guardrail. Nulla da fare per il giovane alla guida: il 21enne è morto praticamente sul colpo. Se la caveranno invece le tre ragazze che erano in auto con lui, le loro condizioni non sarebbero gravi ma sono state portate comunque in ospedale dove si trovano attualmente ricoverate per le ferite subite.

Le cause del incidente sono molteplici può essere per l’asfalto bagnato per le piogge tenute ultimamente oppure per la disattenzione da parte del giovane rimasto ucciso

Capri

Tragedia a Capri: 19enne muore dopo una nuotata

Pubblicato

il

Gregorio Pio Bucconi è morto nel mare di Capri, ma le cause saranno accertate solo dopo l’autopsia. Gregorio e il fratello si sono tuffati in acqua raggiungendo il largo. Il fratello quando è tornato sul bagnasciuga ha notato che Gregorio non lo seguiva: immediato il rientro in acqua insieme a un altro bagnante che l’ha aiutato nelle ricerche, fino alla terribile scoperta del 19enne che era in acqua privo di sensi. Sul posto è subito intervenuta la Guardia Costiera di Capri che alla vista del giovane esanime ha allertato il 118.

Il personale del 118 ha tentato di rianimare il ragazzo ma arrivati in ospedale i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Continua a leggere

Frattamaggiore

Frattamaggiore: uomo dato alle fiamme mentre era in videochiamata con la fidanzata

Pubblicato

il

Cosparso di liquido infiammabile e poi dato alle fiamme mentre, seduto su una panchina, stava videochiamando la sua fidanzata. A Frattamaggiore, in provincia di Napoli, Nicola Lupoli, di 36 anni, è stato circondato in pochi istanti dalle fiamme: il fratello arrivato sul posto, lo ha portato immediatamente all’ospedale di Frattamaggiore.

Per lui ustioni sul corpo e condizioni molto gravi. E’ stato trasferito al centro grandi ustionati del Cardarelli e poi al Policlinico di Bari; per lui prognosi riservata e coma farmacologico.

Continua a leggere

Napoli

Napoli, due ventenni aggrediti dopo il Pride: insultati e presi a cinghiate

Pubblicato

il

Sono stati fermati gli aggressori di due giovani romani che la scorsa notte erano stati accerchiati e colpiti con delle cinghiate solo per essere gay.

Alle 4 di notte, mentre percorrevano via Santa Brigida, erano stati avvicinati da due giovani in auto: un diciottenne di Marano ed un sedicenne di Villaricca, entrambi incensurati, che hanno iniziato a rivolgere loro alcuni insulti omofobi. Uno dei ventenni ha reagito alle offese scatenando l’ira degli aggressori che sono scesi dall’auto e hanno colpito i due con spintoni, schiaffi e persino con la cinghia dei pantaloni. Immediatamente è scattata la denuncia ai Carabinieri.

I due romani aggrediti dopo il Napoli Pride sono stati invece trasportati all’ospedale San Paolo e medicati con una prognosi di cinque giorni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante