Resta sintonizzato

Attualità

Anm: il bus blocca mezza Napoli ma alla guida c’è un bambino

Pubblicato

il

Sono stati dei video e delle foto fatte da alcuni automobilisti, sconvolti da quanto avevano visto, a denunciare l’accaduto.

Il fatto è accaduto nel weekend, domenica sera, alle 22 circa quando tra via Manzoni e via Caravaggio molte auto sono rimaste bloccate: il conducente dell’autobus non era capace di oltrepassare la curva ed aveva quindi interrotto il passaggio. Quando però le persone hanno provato a guardare chi c’era alla guida sono rimaste davvero sconvolte: a portare il bus era un ragazzino di 14 anni.

Quest’ultimo era affiancato da un uomo che quando ha visto che il 14enne era in difficoltà è intervenuto. Quando il mezzo aveva già bloccato mezza Napoli l’uomo, che come alcuni testimoni hanno raccontato era lì con la mascherina, è intervenuto ed ha provveduto a fare lui la manovra.

Superato l’ingorgo, da lui stesso causato, l’autobus ha spento l’insegna ed ha proseguito il suo “strano percorso”. Si pensa che il mezzo fosse lì perchè uscito dal deposito di Cavalleggeri ma quest’ultimo era diametralmente opposto quando il bus ha ripreso il suo cammino. A ricostruire la dinamica dei fatti sta provvedendo l’Anm che ha già avviato un’indagine interna.

Le testimonianze sono giunte anche al Consigliere Francesco Borrelli che ha chiesto chiarimenti all’Azienda di trasporti pubblici napoletani. Data la gravità della questione il Consigliere spera si tratti di un fraintendimento: “in cuor mio spero che si tratti di un abbaglio ma, purtroppo, ho il sospetto che sia tutto vero: un quattordicenne alla guida di un bus di Napoli. Che follìa sarebbe“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Coronavirus in Italia: quasi 5.000 casi nelle ultime 24 ore

Pubblicato

il

Nelle ultime 24 ore sono stati 7 i decessi da Coronavirus segnalati in Italia. Ieri, 24 luglio, erano 5. Il totale delle vittime per i contagi da Covid-19 sale così a 35.477.

Per quanto riguarda i contagi, il bollettino della Protezione Civile e del Ministero della Salute riporta oggi, domenica 25 luglio, +4.743 positivi. Ieri erano 5.140. I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.317.415, i morti fino a oggi 127.949.

I dimessi ed i guariti sono invece 4.123.209, con un incremento di 1.001 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 66.257, in aumento di 3.734 unità nelle ultime 24 ore.

Sono 178 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 6 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 16 (ieri 21). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.392, in aumento di 52 rispetto a ieri.

Sono 176.653 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati riportati dal ministero della Salute. Ieri erano stati 258.929.

Il tasso di positività è del 2,7%, in aumento rispetto al 2% di ieri.

Le Regioni con più persone attualmente positive sono: Veneto con 9.727 positivi, Lombardia con 8.534 positivi e Campania con 8.241 positivi.

Continua a leggere

Attualità

Covid-19 in Campania: il Bollettino dell’Unità di Crisi

Pubblicato

il

Anche quest’oggi, domenica 25 luglio, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato i dati relativi alla diffusione del Covid-19.

Questo il bollettino del giorno:

Positivi del giorno: 301

Tamponi molecolari del giorno: 5.958
Tamponi antigenici del giorno: 6.481

Deceduti: 0

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 11

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)
Posti letto di degenza occupati: 180

Continua a leggere

Attualità

Avellino, rinvenuto ordigno bellico da disinnescare: evacuate 2500 persone

Pubblicato

il

Attimi di panico ad Avellino, dove intorno alle 6.30 di questa mattina, parte delle popolazione è stata costretta ad evacuare, per consentire il disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto circa 2 anni fa sul greto del fiume Fenestrelle, nei pressi del ponte di via Ferriera. Sono più di 2500, le persone che dovranno abbandonare temporaneamente le loro case. Pertanto, il sindaco Gianluca Festa, ha disposto la chiusura delle attività commerciali cittadine.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante