Resta sintonizzato

Cronaca

Anni di violenze sessuali sulla figlia: in famiglia, abusavano di lei, da quando aveva 5 anni

Pubblicato

il

Quattordici anni di carcere per il padre, 10 per la madre, 7 per il fratellastro, mentre la moglie di quest’ultimo, anche lei imputata, è stata assolta. Si chiude così il processo che ha coinvolto un’intera famiglia di Tramonti, in Costiera Amalfitana, provincia di Salerno, per abusi nei confronti della figlia piccola, che oggi ha 10 anni.

Il tribunale di Salerno ha emesso la sentenza due giorni fa, al termine del dibattimento: l’accusa, inizialmente violenza sessuale di gruppo, è stata riqualificata in atti sessuali.

Secondo le ricostruzioni la storia sarebbe cominciata 5 anni fa, quando la piccola aveva appena 5 anni.

La vicenda, estremamente delicata, era emersa nel 2017, in seguito alla denuncia di una vicina di casa con cui la bambina si era confidata.

Gli investigatori, nel corso delle indagini, hanno scoperto un contesto di forte degrado ambientale e sociale: era risultato che la piccola non veniva nutrita adeguatamente, veniva picchiata e che era costretta a badare alla sorellina minore.

Ascoltata durante un incidente probatorio, la bambina aveva raccontato quello che accadeva tra le mura domestiche nei rapporti con gli imputati, parlando quindi delle molestie e degli abusi.

Alla sbarra erano finiti i genitori, il fratellastro e la moglie di quest’ultimo, tutti originari di Nocera Inferiore (Salerno), accusati a vario titolo di violenze fisiche, anche sessuali, e psicologiche. La Procura aveva chiesto complessivamente 45 anni di carcere: 18 anni per il padre, 10 per la madre, 8 per il fratellastro e 9 mesi per la compagna.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Sant’Antimo. 60enne arrestato 2 volte per evasione

Pubblicato

il

A Sant’Antimo i Carabinieri della locale Tenenza hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di evasione, Antimo D’Isidoro, 62enne del posto, pluripregiudicato, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, la persona e inerenti la disciplina sulle armi.

L’uomo è stato notato dai militari mentre passeggiava a piedi in Piazza Dante, a circa 800 metri dalla sua abitazione, senza autorizzazione e senza un valido motivo.

Solo una decina di giorni fa D’Isidoro era stato arrestato sempre per lo stesso motivo e condannato a 6 mesi di reclusione.

Sottoposto un’altra volta agli arresti domiciliari, è in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Caserta

Caserta. Incendio nella notte. Impegnati i Vigili del Fuoco di Caserta

Pubblicato

il

Dalle ore 02:30 di questa notte diverse squadre del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Caserta sono impegnate per spegnere un incendio sviluppatosi presso un’azienda di stoccaggio e riciclaggio di rifiuti di plastica sita nel comune di Pontelatone.

Le squadre dei Vigili del Fuoco sono impegnati tutta la notte per spegnere le fiamme di un capannone di circa 1000 mq

Continua a leggere

Cronaca

Ischia. Turista picchia tassista dell’isola

Pubblicato

il

I militari lo hanno denunciato a piede libero per lesioni personali, segnalato alla prefettura quale assuntore di droga e sottoposto all’ordine di allontanamento dall’isola.Il tassista ne avrà per 8 giorni.

Sono giorni di controlli ad Ischia per i Carabinieri della locale Compagnia. I militari – nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli – sono impegnati nel monitoraggio dell’afflusso turistico e nel controllo del territorio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante