Resta sintonizzato

Castellammare di Stabia

Castellammare di Stabia. Esplode il commissariato: almeno tre i feriti

Pubblicato

il

Almeno tre feriti a Castellammare di Stabia, nel Napoletano, dopo l’esplosione registrata intorno alle 15.30 di oggi, giovedì 1° luglio, all’interno del commissariato di Polizia di Stato.

Ignote al momento le cause dell’esplosione, che avrebbe coinvolto cinque stanze e sfondato vetri e pareti del primo piano dello stabile.

Dal forte boato, si sono azionati anche gli airbag delle automobili parcheggiate in strada. Esplosione che è stata ben sentita in tutta la città.

Sul posto, in via Alcide De Gasperi, sono accorsi vigili del fuoco e personale sanitario del 118: al momento sarebbero almeno tre i feriti.

Da accertare le cause: l’esplosione sembrerebbe essere avvenuta internamente, e non è escluso possa essersi trattato di un incidente.

Tanta paura tra i passanti che sono accorsi sul posto dopo la deflagrazione. I tre feriti sarebbero rimasti colpiti da schegge di vetro e pezzi di intonaco subito dopo l’esplosione, ma non sarebbero stati raggiunti dallo spostamento d’aria provocato dalla detonazione.

Non sarebbero rimasti feriti in maniera grave, ma sono stati portati precauzionalmente al pronto soccorso.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Castellammare di Stabia

Castellamare di Stabia: speronano un’auto e rapinano due persone. Tre arresti.

Pubblicato

il

NAPOLI – Ieri notte gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Angri, su disposizione della Centrale Operativa Autostradale, sono intervenuti nei pressi dei caselli autostradali di Castellammare di Stabia dell’autostrada A3 per la segnalazione di un incidente stradale con feriti.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno trovato un’auto con a bordo due persone visibilmente spaventate e ferite le quali hanno raccontato che tre uomini a bordo di una vettura li avevano speronati, costretti a fermarsi, picchiati con una catena e derubati di alcuni oggetti personali.

Gli operatori hanno contattato il 118 che ha immediatamente soccorso i malcapitati e, con il supporto di una volante del Commissariato di Castellammare di Stabia e grazie alle descrizioni fornite dalle vittime, hanno rintracciato, poco dopo, i rapinatori presso le rispettive abitazioni.

Tre stabiesi di 19, 27 e 30 anni, di Castellammare di Stabia, sono stati arrestati per rapina, lesioni aggravate, danneggiamento aggravato e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.

Continua a leggere

Attualità

In preda alle doglie chiama il 113: la piccola Sofie nasce grazie all’aiuto dei poliziotti

Pubblicato

il

Nella mattinata di oggi, giovedì 12 agosto, a Castellammare di Stabia, una signora in preda alle doglie ha chiamato il 113 per chiedere aiuto.

Quando gli agenti sono giunti sul posto, la donna, in avanzato stato di gravidanza, era sul punto di partorire.

I poliziotti l’hanno assistita agevolandola nel parto e, dopo pochi istanti, è venuta alla luce la piccola Sofie che, assieme alla mamma e scortata dagli agenti, è stata trasportata dal personale medico del 118 all’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia.

Continua a leggere

Attualità

Fincantieri. Operai bloccano la Statale Sorrentina

Pubblicato

il

Un corteo di lavoratori Fincantieri di Castellammare di Stabia (Napoli), in sciopero per il futuro occupazionale, ha bloccato questa mattina la Strada statale Sorrentina (Ss 145) provocando disagio ai pendolari della Penisola.

Un sit-in durato circa un’ora ha chiuso la protesta organizzata per chiedere all’azienda di Trieste di partecipare ai tavoli istituzionali confermando gli impegni di investimento per adeguare la struttura alle necessità di mercato.

Sono state circa 250 le tute blu, in gran parte Fincantieri e qualche delegazione dell’indotto, che hanno manifestato contro il “piano strategico per il porto stabiese” presentato dall’Autorità portuale di Napoli al Comune di Castellammare di Stabia.

Un progetto che assorbirebbe la banchina oggi utilizzata da Fincantieri per la costruzione e il varo delle navi, allo scopo di dare maggiore spazio all’attracco di navi da crociera che andrebbero a incrementare il turismo.

Noi non siamo contrari all’incremento delle attività turistiche e crocieristiche. Abbiamo chiesto a Fincantieri di spostare la banchina alle spalle dello stabilimento, utilizzando l’investimento che aveva assicurato due anni fa, per garantire la produzione di navi vere. Non solo di tronconi, come sta accadendo adesso, destinati ad altri cantieri del Nord per l’allestimento, un’attività finora svolta dalle nostre maestranze. Rischiamo così un progressivo ridimensionamento occupazionale e la scomparsa del cantiere navale a Castellammare di Stabia. Chiediamo un tavolo istituzionale con tutti i soggetti che decidono sul cantiere: Azienda e istituzioni, affinché s’impegnino in tal senso” ha spiegato il rappresentante della Fiom, Vincenzo Vicedomini.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante