Resta sintonizzato

Attualità

“Se è arrivata all’osso le dovremmo amputare l’arto”. Bebe Vio vince nelle Paralimpiadi e nella battaglia contro l’infezione

Pubblicato

il

La pluricampionessa paralimipica e fiorettista Bebe Vio ha pubblicato un post su Facebook in cui ha raccontato quanto accaduto negli ultimi tempi. Se prima la stimavamo per le sue qualità sportive, la sua tenacia e forza, adesso possiamo solo che prenderla ad esempio per ciò che ha fatto e per ciò che, sicuramente, farà nella sua vita.

<<Se qualche settimana fa mi avessero detto “A Tokyo vincerai due medaglie” mi sarei messa a ridere. Due medaglie…Per quanto ero messa male consideravo già un miracolo arrivarci a Tokyo. Ma volevo arrivarci.

E poi avevo anche avuto l’onore di essere nominata porta bandiera per la nostra Nazionale. Allora dovevo arrivarci a tutti i costi!

Venivo da un anno di alti e bassi. Il grave infortunio al gomito a settembre dell’anno scorso, dolorosissimo. I lunghi mesi di riabilitazione. Finalmente stavo meglio. Poi ad inizio anno il crollo: Infezione da stafilococco aureo.

Un altro maledetto batterio, dopo il meningococco di tanti anni fa.Ero messa proprio male e quando mi hanno detto “se l’infezione è arrivata all’osso dobbiamo amputare l’arto” mi è crollato il mondo addosso. Basta amputazioni!

Non mi è rimasto più molto da tagliare…Poi l’operazione, l’infezione debellata, le settimane chiusa in ospedale e quando siamo usciti mancavano 119 giorni alla Paralimpiade.

“Non ce la farete mai” ci hanno detto. “Ci vogliamo provare?” ci siamo chiesti. Passione, coesione, lavoro, fatica.

Così in pochi mesi siamo riusciti a conquistarci un oro e un argento .Cos’è l’impossibile?

Mi hanno salvata le persone…Ed è a loro che devo queste vittorie.

I medici ed i loro staff, che mi hanno ridato la speranza.Mauro, il mio fisioterapista che mi ha rimessa a posto ogni volta.

Peppone, il preparatore che ha permesso al mio corpo di rinforzarsi e prepararsi alle sfide.I maestri della Nazionale con tutto lo staff, che mi hanno supportata e sopportata in queste ultime settimane.

Le mie compagne di squadra, che non hanno mai abbassato lo sguardo.

Tutti i miei amici, custodi di questa verità tenuta nascosta per mesi, che nel momento del bisogno mi hanno inondato dell’amore di cui necessitavo.

Infine ringrazio la mia famiglia. La mia forza. Il mio tutto. Ogni volta un casino diverso, ma ne usciamo sempre più forti. Senza di voi non ce l’avrei mai fatta.

Ora sono felice. Stanca, ma soddisfatta e felicissima…..quanto n’è valsa la pena!>>

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Tenta la fuga dopo aver investito un minorenne: identificato da un poliziotto fuori servizio

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di ieri, un agente del Commissariato Posillipo, libero dal servizio, è intervenuto in via Manzoni per soccorrere un minore, il quale era stato investito da un’autovettura, che ha proseguito la sua marcia senza fermarsi. Tuttavia, poco dopo, un altro poliziotto, anch’egli libero dal servizio, ha riconosciuto e fermato in via Michelangelo da Caravaggio la vettura segnalata, con a bordo una persona che ha confessato il suo comportamento. Pertanto, l’uomo, un 55enne napoletano con precedenti di Polizia, è stato denunciato per omissione di soccorso e lesioni personali. Inoltre, gli sono state contestate 3 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, mancata revisione e guida con patente scaduta e l’auto, è stata sottoposta a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Sorpreso con 13 mila euro in tasca, nei guai 47enne nigeriano

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, nel transitare in via Venezia, hanno notato una persona che, alla loro vista, ha tentato la fuga per eludere il controllo. Tuttavia, è stata raggiunta e bloccata poco dopo. L’uomo, è un 47enne nigeriano, sorpreso con circa 13 mila euro in tasca, di cui non ha saputo giustificare la provenienza e pertanto, è stato denunciato per ricettazione.

Continua a leggere

Attualità

Poggioreale, i carabinieri blindano il quartiere: eseguiti 2 arresti e 4 denunce

Pubblicato

il

Controlli serrati da parte dei carabinieri della Compagnia Poggioreale, che nel corso di un servizio straordinario nel quartiere, hanno tratto in arresto 2 persone, denunciandone 4 a piede libero. In totale, sono 49 le persone identificate, di cui 20 pregiudicati, oltre a 31 veicoli controllati. A finire in manette, un 48enne del posto già noto alle forze dell’ordine. In particolare, l’uomo, aveva violato la misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa e i carabinieri, lo hanno condotto in carcere.

Inoltre, durante le operazioni, i militari dell’Arma, hanno denunciato per guida senza patente mai conseguita, un autista recidivo nel biennio e un 36enne, poiché risultato irregolare sul territorio nazionale. Infine, è stato denunciato un parcheggiatore abusivo, mentre un 20enne, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico.


Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante