Resta sintonizzato

Attualità

Disperazione a Napoli. Caos e lamentele al Banco dei Pegni

Pubblicato

il

Come riportato da InterNapoli il dramma della povertà e della crisi a Napoli è così forte da costringere le persone a fare infinite file all’esterno del Banco dei Pegni di via San Giacomo ma ciò che è peggio, è che, dopo le attese queste persone, già disperate,  non vengono accolte ma mandate a casa.

L’unica colpa (tra l’altro non causata da loro) è quella di non aver prenotato telefonicamente. Ciò è infatti impossibile, dopo ore di telefonate, il Banco dei Pegni risulta irraggiungibile.

Davanti alle proteste delle persone i vigilanti cercano di placare gli animi. Ma aumenta sempre più il disagio economico delle famiglie. Molti sono così costretti a rinnovare i loro debiti o a farne di nuovi, impegnando gioielli e oggetti preziosi. L’afflusso è così aumentato a dismisura e sembra non fermarsi mai.  Il bisogno di liquidità è impellente e molti arrivano anche da fuori città per cercare di recuperare soldi e mandare avanti la famiglia in uno dei momenti di crisi peggiori della storia italiana.

Un uomo, disperato, si lamenta con i giornalisti: ha otto figli, di cui due invalidi, ed ha già perso due giornate di lavoro. C’è chi a metà mese non riesce più a fare la spesa, chi non può comprare i pannolini ai propri bambini, chi deve pagare la bolletta e chi l’affitto scaduto. Chi impegna l’ultimo ricordo della mamma che non c’è più e chi invece, la fede, emblema del proprio legame d’amore.  E c’è poi chi sta peggio, chi pur di riuscire ad andare avanti, si è affidato a strozzini ed usurai.

C’è poi, un’altra piaga, quella della vergogna. Chi accede al Banco dei Pegni, solitamente cerca di farlo in anonimato. Ma questo, con le lunghissime file, è impossibile. Il dramma incalza, le persone hanno bisogno di soldi e la disperazione cresce con le proteste.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Tenta la fuga dopo aver investito un minorenne: identificato da un poliziotto fuori servizio

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di ieri, un agente del Commissariato Posillipo, libero dal servizio, è intervenuto in via Manzoni per soccorrere un minore, il quale era stato investito da un’autovettura, che ha proseguito la sua marcia senza fermarsi. Tuttavia, poco dopo, un altro poliziotto, anch’egli libero dal servizio, ha riconosciuto e fermato in via Michelangelo da Caravaggio la vettura segnalata, con a bordo una persona che ha confessato il suo comportamento. Pertanto, l’uomo, un 55enne napoletano con precedenti di Polizia, è stato denunciato per omissione di soccorso e lesioni personali. Inoltre, gli sono state contestate 3 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, mancata revisione e guida con patente scaduta e l’auto, è stata sottoposta a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Sorpreso con 13 mila euro in tasca, nei guai 47enne nigeriano

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, nel transitare in via Venezia, hanno notato una persona che, alla loro vista, ha tentato la fuga per eludere il controllo. Tuttavia, è stata raggiunta e bloccata poco dopo. L’uomo, è un 47enne nigeriano, sorpreso con circa 13 mila euro in tasca, di cui non ha saputo giustificare la provenienza e pertanto, è stato denunciato per ricettazione.

Continua a leggere

Attualità

Poggioreale, i carabinieri blindano il quartiere: eseguiti 2 arresti e 4 denunce

Pubblicato

il

Controlli serrati da parte dei carabinieri della Compagnia Poggioreale, che nel corso di un servizio straordinario nel quartiere, hanno tratto in arresto 2 persone, denunciandone 4 a piede libero. In totale, sono 49 le persone identificate, di cui 20 pregiudicati, oltre a 31 veicoli controllati. A finire in manette, un 48enne del posto già noto alle forze dell’ordine. In particolare, l’uomo, aveva violato la misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa e i carabinieri, lo hanno condotto in carcere.

Inoltre, durante le operazioni, i militari dell’Arma, hanno denunciato per guida senza patente mai conseguita, un autista recidivo nel biennio e un 36enne, poiché risultato irregolare sul territorio nazionale. Infine, è stato denunciato un parcheggiatore abusivo, mentre un 20enne, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico.


Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante