Resta sintonizzato

Caserta

“La tassa della tranquillità”: la nuova richiesta degli estorsori nel casertano

Pubblicato

il

Dieci anni per Gaetano Di Lorenzo, storico esponente del clan dei Muzzoni di Sessa Aurunca, e 9 anni per il complice Carlo D’Angelo. La Corte di Cassazione ha messo la parola fine al processo a carico dei due accusati di estorsione ai danni di un imprenditore.

La Suprema Corte ha confermato la sentenza pronunciata dalla Corte d’Appello di Napoli ritenendola priva di vizi di illogicità, lamentati dai difensori dei due imputati, con particolare riferimento alle riscontrate dichiarazioni rese della persona offesa.

Secondo la versione di Di Lorenzo, infatti, nel corso dell’incontro non sarebbe stata avanzata una richiesta estorsiva bensì una proposta di cogestione dell’attività imprenditoriale. Una versione a cui la Corte Romana non ha creduto dando credito alla denuncia sporta dall’imprenditore che aveva parlato di ‘pressioni’ di ben altra natura.

La vittima, infatti, aveva denunciato di essere stata avvicinata da soggetti del clan dei Muzzoni, attivo nella zona di Sessa Aurunca, ed invitato a pagare la ‘tassa della tranquillità’ ma anche far gestire l’attività imprenditoriale al sodalizio (attraverso prestanome) facendo diventare l’imprenditore un semplice dipendente al servizio di un’impresa nelle mani della consorteria.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta

Il canile degli orrori: cani in piccole gabbie tra i loro escrementi

Pubblicato

il

E’ stato sequestrato nella provincia di Caserta un canile degli orrori di più di 4mila metri quadri: i cani erano tenuti all’interno di piccole gabbie tra gli escrementi.

Sono stati recuperati e sequestrati 34 cuccioli tenuti in pessime condizioni sanitarie. L’operazione è stata svolta dai carabinieri forestali, dalla Polizia Municipale di Sessa Aurunca e dall’Esercito, in collaborazione con l’Asl.

I cani erano tenuti in condizioni disumane, stipati in piccole gabbie, tra i loro escrementi. Molti di questi sono risultati malati perché affetti da rogna.

I militari hanno purtroppo rinvenuto anche 9 carcasse di cani in avanzato stato di decomposizione, segno della totale mancanza di cura del posto e del cinismo dei proprietari della struttura.

I 34 cuccioli sono stati sequestrati e affidati al canile municipale di Sessa Aurunca in attesa delle disposizioni dell’autorità giudiziaria competente.

Continua a leggere

Caserta

Caserta. Rapinatore arresstato. Assalì una donna al Postamat.

Pubblicato

il

 E’ finito in manette il 42enne di origine marocchina responsabile della rapina avvenuta lunedì a Caserta. L’uomo ha infatti assalito una donna di 70 anni che aveva appena prelevato i soldi allo sportello Postamat.

Il 42enne – come riporta edizionecaserta.it – ha prima minacciato la donna chiedendole i soldi e poi l’ha assalita: nella caduta l’anziana ha riportato la frattura di tre costole riuscendo comunque a da fare l’allarme facendo intervenire gli addetti dell’ufficio postale.

Sul posto sono giunti gli uomini della squadra volante della questura che hanno bloccato il malintenzionato arrestandolo: a suo carico aveva già altri precedenti.

Continua a leggere

Attualità

Caserta. 2 contagi e nessun deceduto

Pubblicato

il

É aggiornato al pomeriggio di ieri 26 Luglio l’ultimo bollettino dell’Asl che informa la cittadinanza circa l’emergenza coronavirus in provincia di Caserta.

In 24 ore sono stati processati 137 tamponi: di questi 2 hanno dato esito positivo. Per quanto riguarda i decessi, manteniamo anche oggi un meraviglioso 0.

Sono 4 i guariti in un solo giorno. Attualmente, il numero dei positivi nella nostra provincia è di 524.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante